La biometria riguarda l'esame di qualcosa di unico per il corpo di un individuo per determinare se concedergli l'accesso a un edificio, un dispositivo o file sensibili. Alcuni dei sistemi biometrici più comuni analizzano le impronte digitali, i volti o parti dei loro occhi delle persone.

Queste misure intendono rafforzare la sicurezza. Ci riescono e ci sono rischi associati? Puoi davvero fidarti della biometria?

Da quanto tempo le persone usano la tecnologia biometrica?

L'identificazione delle impronte digitali comprende l'opzione biometrica più utilizzata dalle forze dell'ordine e dai gruppi governativi di tutto il mondo. Il primo caso noto di utilizzo dell'impronta digitale di qualcuno per collegarlo a un crimine è avvenuto nel 1892. Ora, molti computer e smartphone possono essere sbloccati con le impronte digitali.

La scansione dell'iride valuta una parte dell'occhio. La persona considerata il moderno pioniere di quel progresso ha brevettato gli algoritmi associati nel 1994.

A partire dalla fine degli anni 2000, la ricerca ha acquisito slancio in un altro metodo che prevede l'identificazione delle persone in base alla forma dell'orecchio. Non ha la stessa attenzione dell'identificazione delle impronte digitali, che è prevalente nella società moderna.

buy instagram followers

Un argomento principale per la biometria è che la tecnologia esamina gli aspetti unici di un individuo. Ciò lo rende più avanzato rispetto a misure come le password, soprattutto perché le persone spesso le riutilizzano su vari siti.

I criminali hanno una lunga storia di eludere e contrastare tali misure. Ecco perché molte minacce alla sicurezza informatica, come le e-mail di phishing, diventano progressivamente più realistiche e avanzate, aumentando le probabilità di ingannare un segmento più ampio di potenziali vittime.

Relazionato: Come si sono evoluti gli scanner di impronte digitali nel tempo?

Quanto è sicura la biometria?

La ricerca suggerisce che è difficile hackerare un sistema che utilizza la sicurezza biometrica, ma non impossibile. Alcune persone si entusiasmano di provare a decifrare la tecnologia.

Nel un'istanza, i ricercatori hanno ingannato la biometria del riconoscimento facciale utilizzata in un aeroporto per consentire a una persona di salire a bordo di un aereo nonostante fosse nella lista di non volo. In altri casi, i ricercatori hanno dimostrato che l'impronta dell'impronta digitale di qualcuno in una sostanza come Play-Doh potrebbe ingannare un lettore di impronte digitali.

Tuttavia, le persone hanno opinioni divergenti sulla sicurezza biometrica. Alcuni esperti di sicurezza informatica lo considerano più sicuro delle password. Tuttavia, molti chiariscono che l'opzione migliore è utilizzare una qualche forma di biometria insieme ad altri metodi per proteggere dispositivi e dati.

Ad esempio, l'utilizzo dell'autenticazione a due fattori (2FA) sui siti Web potrebbe limitare l'accesso degli hacker se possono violare la tecnologia biometrica sul dispositivo di qualcuno. Alcune persone utilizzano anche strumenti di monitoraggio che li avvertono di un possibile furto di identità.

Prendere più precauzioni è particolarmente intelligente considerando la continua prevalenza di casi di furto di identità. Nel 2020, i funzionari federali hanno ricevuto 4,8 milioni di denunce di furto di identità e frode, con un aumento del 45% rispetto a I dati del 2019.

La biometria potrebbe comportare ulteriori rischi per la sicurezza

Anche se la biometria cerca di rendere le persone più sicure, potrebbe avere conseguenze indesiderate che mettono a rischio la sicurezza.

Ad esempio, molti paesi ora dispongono di telecamere che utilizzano il riconoscimento facciale come misura di sicurezza pubblica. Il settore delle forze dell'ordine è uno dei maggiori utilizzatori della tecnologia di riconoscimento facciale. Tuttavia, le persone comprensibilmente si preoccupano degli stereotipi o della tecnologia che li identifica erroneamente.

Relazionato: Come evitare il riconoscimento facciale online e in pubblico

Anche le violazioni dei dati che si verificano presso le aziende che archiviano dati biometrici sollevano preoccupazioni.

Nel 2019, i ricercatori della sicurezza informatica hanno lanciato l'allarme su Suprema, un'azienda con una piattaforma di biometria chiamata Biostar 2. Hanno avvertito che parti non autorizzate potrebbero accedere al database dello strumento a causa di misure di protezione delle informazioni inadeguate e crittografia dei dati insufficiente.

Quanto è sicura la biometria quando le aziende che conservano i dati non seguono le migliori pratiche per salvaguardarli?

Le parti interessate temono anche che l'uso estensivo della biometria possa violare i diritti alla privacy. Ecco perché le organizzazioni nell'UE esortano i legislatori a vietare la tecnologia negli spazi pubblici. I legislatori statali hanno anche in mente la sicurezza biometrica.

A marzo 2021, solo pochi Stati degli Stati Uniti ha emanato leggi che impongono alle organizzazioni di gestire tali dati. Tuttavia, altri intendevano attuare presto tali regolamenti.

Questa è una questione in evoluzione, ma i consumatori dovrebbero aspettarsi di vedere le politiche sulla privacy dei servizi e dei siti Web che discutono su come le entità utilizzano i dati biometrici. Leggere queste specifiche può proteggere le persone aiutandole a valutare i potenziali rischi.

Adotta un approccio equilibrato alla biometria

La tecnologia biometrica non è una soluzione di sicurezza perfetta, ma non è nemmeno intrinsecamente piena di rischi. Molto dipende da come i fornitori di servizi archiviano i dati e se le organizzazioni che li utilizzano lo fanno in modi etici e legali.

Le funzionalità biometriche spesso offrono maggiore comodità anche agli utenti. Ad esempio, per la maggior parte delle persone è più facile e veloce tenere un dito sul sensore di uno smartphone per attivare il dispositivo o le app invece di digitare una password o ricordare una sequenza di sblocco dello schermo.

Se stai pensando di attivare una funzione biometrica offerta sul tuo dispositivo, considerala come un'opzione non infallibile che potrebbe migliorare la tua sicurezza generale. Non ti salverà da ogni possibile hack, ma potrebbe rendere più difficile per gli hacker provocare il caos.

E-mail
Google prevede che le password saranno presto un ricordo del passato

Non solo, ma di conseguenza anche il phishing svanirà.

Leggi Avanti

Argomenti correlati
  • Android
  • i phone
  • Sicurezza
  • Sicurezza per smartphone
  • Biometrica
  • Privacy dello smartphone
Circa l'autore
Shannon Flynn (9 Articoli Pubblicati)

Shannon è un creatore di contenuti con sede a Philly, PA. Scrive in ambito tecnologico da circa 5 anni dopo la laurea in informatica. Shannon è il caporedattore di ReHack Magazine e tratta argomenti come la sicurezza informatica, i giochi e la tecnologia aziendale.

Altro da Shannon Flynn

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per consigli tecnici, recensioni, ebook gratuiti e offerte esclusive!

Ancora un passo…!

Conferma il tuo indirizzo e-mail nell'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

.