Il nostro verdetto del Retroflag GPi Case:
Questa semplice custodia da gioco portatile in stile retrò per Raspberry Pi è facile da montare, con un collezione di piattaforme di gioco retrò e pulsanti extra sul retro, utile commutazione dell'alimentazione evita non pianificato arresti. È il miglior progetto di gioco Raspberry Pi simile a Gameboy in circolazione.
910

Con l'esplosione dei giochi retrò, molti giocatori in cerca di un colpo di nostalgia si sono rivolti al Raspberry Pi. Compatibile con la maggior parte dei sistemi di emulazione, è ideale per giocare ai giochi Nintendo 64 come lo è con Atari 2600 titoli.

Ma manca la portabilità, che è dove entra in gioco Raspberry Pi Zero. Metà delle dimensioni delle schede standard Raspberry Pi, Zero è l'hub di molti kit retrò portatili, basati principalmente sul Nintendo Gameboy.

Stiamo esaminando uno di questi kit, il Retroflag GPi Case di AKNES. In che modo migliora rispetto a kit simili e build DIY stampate in 3D?

Cosa ottieni nel caso GPi Retroflag

Aprendo la confezione, troverai una custodia GPi, la console portatile simile a Gameboy con display integrato.

C'è anche una tote bag, un dissipatore di calore, un cavo di alimentazione USB, un cacciavite con teste reversibili e due set di quattro viti. È inclusa anche una custodia più grande per il trasporto della custodia GPi e di eventuali altri pezzi. Oh, e c'è un portachiavi GPi gratuito e istruzioni dettagliate.

Si noti che questo kit viene fornito senza Raspberry Pi Zero. Dovrai fornire il tuo.

Custodia Raspberry Pi Zero e Zero W, custodia Retroflag GPi con console di gioco portatile retrò e spegnimento sicuro - con borsa da viaggio, un portachiavi, dissipatore di caloreCustodia Raspberry Pi Zero e Zero W, custodia Retroflag GPi con console di gioco portatile retrò e spegnimento sicuro - con borsa da viaggio, un portachiavi, dissipatore di calore Acquista ora su Amazon $69.99

La custodia GPi stessa presenta un D-pad, pulsanti ABXY e Select and Start. Sono stati aggiunti due pulsanti aggiuntivi sul retro della custodia. Una porta per le cuffie si trova nella parte inferiore della console, mentre un interruttore Off / On è nella parte superiore. Una rotella del volume è sul lato destro; la presa di alimentazione si collega a sinistra, accanto alla rotella della luminosità.

Porta cartuccia GPi Case

Sul retro, il case GPi ha un portello per batterie, che supporta batterie 3xAA. Qui è nascosto un interruttore di spegnimento sicuro; sopra questo, una porta micro-USB per gli aggiornamenti del firmware.

Infine, troverai una "cartuccia" rimovibile sul retro della custodia GPi. Non abbastanza grande come una cartuccia Gameboy, questo dispositivo contiene il tuo Pi Zero. Un sistema operativo può essere installato su una scheda microSD. Una piccola porta copre l'alloggiamento della scheda sul tuo Raspberry Pi Zero, ideato per evitare che la scheda si perda.

Mentre alimentato da un Raspberry Pi Zero, il case GPi ha il suo hardware all'interno. Con un peso di 183 ge 135x81x32mm, il case GPi include anche un display IPS a colori da 2,8 pollici.

L'assemblaggio è senza saldatura e apparentemente semplice: tutto ciò che devi fare è inserire un Raspberry Pi Zero.

Avrai bisogno del tuo Raspberry Pi Zero, ma quale?

Sono state rilasciate diverse versioni di Raspberry Pi Zero. Lo Zero è un Raspberry Pi sottile, metà delle dimensioni della versione principale, con una CPU da 1 Ghz a 32 bit e 512 MB di memoria. Insieme a un ingresso di alimentazione micro-USB, la scheda presenta una porta micro-USB e uno slot microSD per l'avvio di un sistema operativo.

Raspberry Pi Zero è al centro del caso GPi

La versione originale è stata lanciata a soli $ 5, anche se le versioni successive sono due volte tanto. Dal primo lancio nel novembre 2015, sono state emesse tre iterazioni principali:

  • Raspberry Pi Zero 1.2: il modello base, con solo connettività USB. Una revisione 1.3 è apparsa a maggio 2016.
  • Raspberry Pi Zero W: rilasciato a febbraio 2017 con un'interfaccia fotocamera MPI, Bluetooth 4.1 BLE e Wi-Fi a banda singola b / g / n da 2,4 GHz.
  • Raspberry Pi Zero WH: un'altra versione wireless, questa volta con pin GPIO.

Purtroppo, il Raspberry Pi Zero WH non è compatibile con il case GPi. Tuttavia, i modelli Pi Zero originali e la scheda W principale si adatteranno tutti.

Una scelta di piattaforme di gioco retrò

La build inizia con il flashing della tua piattaforma di gioco retrò preferita sulla scheda microSD di Pi Zero. Sono stati preparati quattro sistemi per il caso GPi:

  • Recalbox: forse la piattaforma di gioco retrò più popolare per Raspberry Pi.
  • Lakka: front end di gioco retrò di base che può essere personalizzato con temi.
  • Batocera: popolare piattaforma di gioco retrò Linux.
  • Supreme Retro Gaming: un vasto pacchetto di front-end (EmulationStation, AttractMode, Pegasus), supporto per 101 sistemi, 96 raccolte di giochi, 42 modifiche di sistema e 27 temi di visualizzazione. Usa questo se vuoi solo un rapido avvio con i giochi già forniti.

Queste sono build dedicate disponibili da download.retroflag.com/.

Alcuni script di personalizzazione sono disponibili anche dalla stessa fonte.

  • GPi Case Patch: instrada l'output di visualizzazione tramite GPIO per Recalbox
  • Arresto sicuro e Ripristino sicuro: questo script può essere utilizzato in combinazione con l'interruttore Arresto sicuro

Assemblare il case GPi con un Raspberry Pi Zero

Mettere insieme la GPi è incredibilmente semplice e veloce. Tutto è perfettamente progettato in modo da poter inserire in modo efficace un Pi Zero, avviare e giocare.

Gran parte del case GPi viene fornito già assemblato. Tuttavia, dovrai inserire il tuo Raspberry Pi Zero. Questo è alloggiato nella "cartuccia" rimovibile che è dotata di una scheda adattatore. Un adattatore di alimentazione micro-USB è collegato all'adattatore, insieme a una fila di 40 pin pogo GPIO. Contattano l'array GPIO di Pi Zero, per la massima potenza e integrazione con il case GPi principale.

Raspberry Pi Zero in custodia GPi

L'installazione di Pi Zero richiede prima di aprire la sezione della cartuccia, capovolgere la scheda dell'adattatore e collegare il connettore di alimentazione micro-USB al PCB. Dopo aver posizionato il dissipatore di calore sul SoC del Pi, posizionare il Pi nella cartuccia. Come guida, lo slot microSD si allinea con lo sportello sul lato della cartuccia.

Quattro viti fissano il Pi Zero. Una volta fissato, capovolgere la scheda dell'adattatore, allineando i fori con i punti di montaggio. È quindi possibile collegare il retro della cartuccia, che si blocca in posizione con alcuni fermi ben posizionati.

Terminare avvitando la parte posteriore sulla cartuccia, quindi inserirla nella custodia GPi. Sei pronto per accendere e iniziare a giocare. Notare che quando l'alimentazione viene impostata su “Acceso”, la cartuccia viene bloccata in posizione. Questa precauzione impedisce la rimozione del Pi Zero mentre la GPi è accesa, proteggendo il PCB e la scheda microSD.

Alimentare la GPi

Con la custodia assemblata, è una buona idea inserire alcune batterie. È possibile utilizzare l'ingresso di alimentazione CC, sebbene il cavo da USB a CC sia corto, pertanto il movimento è limitato. Si noti che DC in non è collegato al vano batteria; le batterie ricaricabili non possono essere caricate in questo dispositivo, sebbene sia ancora possibile utilizzarle.

Pulsante di accensione della custodia GPi

Assicurati solo di attaccare le batterie con tensioni più basse come da batterie standard R6 AA acquistate in negozio. Il dispositivo richiede 5 V, quindi non superare questo.

Gioco retrò con il caso GPi

Gran parte dei nostri test sono stati condotti su Lakka. Sebbene offra un'esperienza più semplice basata su menu, Lakka è provato e testato e offre buoni risultati con questa configurazione.

Abbiamo anche provato il bundle Supreme Retro Gaming, che forse offriva troppa scelta. La presentazione è elegante, tuttavia, offre un'esperienza moderna simile a una console, in netto contrasto con Lakka, Sebbene SRG sia più facile da usare, è un download di grandi dimensioni che richiede almeno una scheda microSD da 16 GB utilizzabile.

Con i giochi attivi, fai affidamento sui controlli D-pad e ABXY. I pulsanti di attivazione R e L sono inoltre forniti per un controllo extra.

Indipendentemente dalla piattaforma che scegli, c'è un'esperienza più soddisfacente con i giochi per console rispetto a quelli destinati ai computer. I titoli Nintendo Gameboy e Gameboy Advance (GBA) in particolare giocano davvero bene, quasi una sorpresa.

La cartuccia Case GPi ospita Raspberry Pi Zero

L'utilizzo di Pi Zero W presenta alcuni vantaggi, in particolare la copia semplice di nuove ROM di gioco sul dispositivo. Assicurati solo che sia collegato alla tua rete wireless e che non sia necessario rimuovere la scheda SD.

L'impostazione di una connessione FTP SSH sicura (SFTP) in uno strumento come FileZilla ti consente di aggiungere e remotare facilmente ROM. Devi solo assicurarti di utilizzare il nome utente e la password corretti per la piattaforma retrò di scelta. SSH può essere abilitato nelle impostazioni del software.

A meno che non si reinstalli o installi un altro sistema operativo, non è necessario espellere la scheda microSD.

Anche la GPi è modificabile

Dalla sua uscita sono state rilasciate diverse modifiche interessanti per la GPi.

D-pad GPi Case

Ad esempio, puoi trovare hack online che aggiungono ricarica della batteria integrata alla GPi. Nel frattempo, un'aggiunta particolarmente impressionante alla GPi è la GPiMate. Invece di utilizzare un Raspberry Pi Zero per la tua GPi, questo modulo è progettato per ospitare un Raspberry Pi Compute 3+. Leggermente più grande di un Pi Zero (la cartuccia è di conseguenza grande), questo porta l'elaborazione quad-core sulla console.

La migliore custodia Raspberry Pi simile a Gameboy disponibile

Abbiamo visto alcuni sistemi di gioco retrò portatili basati o ispirati al Raspberry Pi. Il case GPi Retroflag si distingue per il modo in cui si basa sulla popolare scheda. Molti dispositivi iniziano con un Pi come concetto di prova off, quindi si spostano su schede dedicate.

Porta il gioco retrò Raspberry Pi ovunque con la custodia GPi Retroflag

Il case GPi mantiene il Pi Zero come parte integrante del design e della costruzione. Nel frattempo, l'assemblaggio è abbastanza semplice da poter essere costruito da chiunque intorno agli 11 anni.

Custodia Raspberry Pi Zero e Zero W, custodia Retroflag GPi con console di gioco portatile retrò e spegnimento sicuro - con borsa da viaggio, un portachiavi, dissipatore di caloreCustodia Raspberry Pi Zero e Zero W, custodia Retroflag GPi con console di gioco portatile retrò e spegnimento sicuro - con borsa da viaggio, un portachiavi, dissipatore di calore Acquista ora su Amazon $69.99

Mentre c'è un argomento per una soluzione di potenza migliore, lo stesso si potrebbe dire del Gameboy originale. Fortunatamente, gli script di alimentazione e l'interruttore nascosto rendono gestibili i problemi di alimentazione, evitando la perdita di dati e il danneggiamento visti con altri progetti portatili Raspberry Pi.

Il display è sorprendentemente chiaro e nitido per le sue dimensioni, i pulsanti sensibili e la scelta di piattaforme di gioco retrò incoraggianti. Se stai cercando un kit di gioco retrò basato su Raspberry Pi che puoi portare ovunque, inizia con il Retroflag GPi Case.

Entra nella competizione!

Custodia GPi Retroflag per Raspberry Pi Zero

Vice redattore per la sicurezza, Linux, DIY, programmazione e spiegazione tecnica. Produce anche The Really Useful Podcast e ha una vasta esperienza nel supporto di desktop e software. Un collaboratore della rivista Linux Format, Christian è un armeggiatore di Raspberry Pi, amante di Lego e fan dei giochi retrò.